Tutta la pallacanestro di Monselice e della provincia di Padova

Dove ti trovi


La Lituania ci manda a casa

L'Italia perde 71-68 agli ottavi contro la Lituania.


Copertina articolo

E’ gi terminata l’avventura ai Mondiali giapponesi per l’Italia. Gli Azzurri tornano a casa sconfitti dalla Lituania 71-68, quella stessa Lituania che, invece, battuta, ci apr le porte per lo storico argento olimpico di Atene. La formazione di Recalcati deve per recitare il mea culpa per aver disputato, almeno per 35’, la pi brutta partita dall’inizio della competizione e per aver sprecato, nel finale, la ghiotta occasione di poter far suo l’incontro in extremis.

Parte bene l'Italia, spinta da un Rocca quanto mai efficace in attacco (gi 11 punti), ma la Lituania resta incollata grazie alle iniziative di Darjus Lavrinovic (20-17 al 10'). Le guardie azzurre continuano a litigare con il canestro anche nel 2 parziale. Basti pensare che Belinelli, Soragna e Basile, in 20', mettono 2 punti in 3. Dall'altra parte resta anonima anche la partita del pericolo numero 1, Macijauskas.

Nel 3 quarto la Lituania cerca il 1 allungo con Songaila, perfetto dalla linea dei tiri liberi, ma gli Azzurri restano aggrappati al match grazie all'ottima difesa e alle 3 palle rubate in un amen di Pecile (49-50 al 30'). Negli ultimi 10' si sveglia Macijauskas. La guardia degli Hornets si carica la squadra sulle spalle e la fa volare sul +10 a 4' dalla sirena (56-66). L'Italia fatica a trovare la via del canestro, ma trova comunque la forza di rientrare con 2 magie nell'arco di 5”. Prima Mordente segna un 3+1 (tripla e libero supplementare), poi Di Bella infila in penetrazione il -4 (62-66) dopo una palla rubata sulla rimessa da Belinelli. E' quindi proprio la guardia della Fortitudo (probabilmente in procinto di seguire coach Repesa a Roma) a siglare il -3 (65-68) con una tripla di fondamentale importanza con 2' sul cronometro. L'Italia ha poi per 2 volte la palla del -1, ma prima Rocca (0/2 ai liberi) poi Di Bella (palla spedita in tribuna) non colgono l'occasione.

Il minimo svantaggio questione di secondi. Belinelli a 8” dal termine con un 1/2 porta il punteggio sul 68-69, poi succede di tutto. Kleiza, mandato in lunetta, fa 0/2, ma Songaila prende rimbalzo offensivo subendo fallo. 0/2 anche per lui, ma tap in vincente di Darjus Lavrinovic (68-71) a 5” dal 40'.

Recalcati chiama subito timeout per cercare di organizzare un buon tiro per Belinelli o Basile. La Lituania fa intelligentemente fallo. Mancano 2”. Belinelli sbaglia il 1 libero ed costretto a mandare fuori anche il 2. La palla arriva per in qualche modo a Basile che subisce fallo da 3 da parte di Macijauskas. Il capitano ha nelle mani la palla per mandare le formazioni ai supplementari, ma sbaglia tutti e 3 i liberi a disposizione. Finisce 68-71 con la Lituania che avanza meritatamente mentre non pu che rammaricarsi l'Italia per l'occasione buttata al vento.

Approfondimento scritto da Andrea Zubbini per Eurosport, letto 1960 volte dal 26 agosto 2006.

Galleria delle fotografie

Commenti