Tutta la pallacanestro di Monselice e della provincia di Padova

Dove ti trovi


Impressioni sull'amichevole Monselice-Conselve

Cosa pensano i ragazzi dell'under 16 vinta dal Conselve di 40 punti.


Disputata il 25/11/2005.

Ho chiesto ai ragazzi di dare delle opinioni, di fare critiche, di capire come mai abbiamo perso e di dare magari qualche consiglio per migliorare il gioco. Ecco cosa hanno detto:

Secondo Giacomo Baraldo siamo scesi in campo psicologicamente non preparati e la partita è stata presa un po' sotto gamba. Il risultato di questo è stato un brutto gioco di squadra e il poco impegno in attacco e soprattutto in difesa.

Matteo Zilio, trova che gli avversari erano al nostro livello di preparazione e quindi con più grinta e spirito combattivo la vittoria sarebbe stata fattibile. Per lui è mancata però la precisione nel tiro e la capacità  di disporsi in campo in modo da ottenere azioni utili alla realizzazione. Aspetto positivo: abbiamo provato molta rabbia a perdere in quel modo. Sarebbe ora di iniziare a prendere partite e allenamenti più sul serio. I miglioramenti rispetto all'anno scorso ci sono, ma c'è ancora molto da lavorare.

Anche per Riccardo Tresoldi il problema è stata la poca precisione al tiro e la poca concentrazione in difesa. Secondo lui la squadra per migliorare avrebbe bisogno di imparare qualche schema di attacco e di difendere a zona in modo da essere impenetrabili; così riusciremo sicuramente a vincere qualche partita in più.

Come per Giacomo B. anche Carlo Trevisan pensa che la partita sia stata presa con poca serietà  e per questo non è stato tirato fuori il 100% dai nostri giocatori;le molte distrazioni e la poca precisione hanno fatto si che, soprattutto nelle rimesse, molti palloni sono andati persi. Secondo Carlo la squadra comincia a compattarsi e si vede un buon gioco collettivo anche se al tiro siamo ancora carenti.

Anche Andrea Rosso è d'accordo con i compagni nel dire che la partita è stata sottovalutata in quanto amichevole. La poca precisione al tiro, ribadisce anche lui, ha fatto si che gli avversari acquisissero un vantaggio tale che per noi non è stato più recuperabile.

Federico Quistelli dice: "Innanzitutto ci doveva essere più difesa, meno lamentele e meno liti tra i componenti della squadra". Per lui tutto sommato la squadra si sta comportando bene sul lato del gioco, e si vedono alcuni risultati positivi.

Anche Matteo Giaccarello come gli altri dice che il poco gioco di squadra e la poca precisione sotto canestro, la poca capacità  difensiva e i falli che abbiamo fatto ci hanno messo nella situazione di subire così tanti punti da una squadra che tutto sommato non era molto più forte di noi.

Matteo Baratella dice: "L'abbiamo presa alla leggera, non eravamo concentrati per vari motivi. I giocatori a rimbalzo erano inesistenti. A causa dei falli commessi e della nostra difesa perforata in contropiede abbiamo perso un'altra partita vincibilissima".

Dal canto suo l'allenatore è d'accordo con la maggior parte dei ragazzi nel dire che bisognerebbe concentrarsi sempre su quello che si sta facendo (in questo caso giocare a basket) senza farsi distrarre da fattori esterni. La squadra è formata, c'è un bel clima tra i componenti, ma c'è qualcuno in campo che continua a perdere la testa e a far nascere litigi futili che innervosiscono soltanto. L'allenamento bisogna prenderlo sul serio, perchè è lì che si affina la precisione al tiro e la capacità  di difendere su qualsiasi giocatore avversario.
Spero che leggere questi commenti porti i ragazzi a riflettere sui loro errori in campo e portarli a non ripeterli.

COMUNQUE IL CAMPIONATO E' ANCORA APERTO E NOI SIAMO FIDUCIOSI NEI NOSTRI RAGAZZI. FORZA BEAVERS!

Approfondimento scritto da cesko, letto 2031 volte dal 29 novembre 2005.

Commenti